Reverse

Il reverse on glass di RE, è la sua originale rivisitazione della tecnica della pittura su vetro. L’esecuzione di questa pratica prevede ufficialmente l’uso di colori ad olio o comunque materiali pittorici. L’originalità dell’applicazione della tecnica del reverse su vetro di RE sta nel sostituire l’intera superficie pittorica con l’assemblaggio di materiali organici – tra i quali: foglie, fiori, terra e cenere – accennando solo in maniera lieve la presenza del colore artificiale.

L’opera viene inizialmente compresa come una superficie pittorica, dovuta alla sua forma perlopiù bidimensionale. L’effetto generato da questa apparente bidimensionalità unita alla profondità della naturalezza del colore rende l’opera dell’artista ancora più vicina all’occhio dell’osservatore. La composizione della realtà è la stessa di quella racchiusa nei vetri di RE;